Anche per il 2016 le Segreterie Nazionali hanno raggiunto unitariamente un'intesa per il rinnovo delle polizze di cassa e professionali da offrire agli iscritti. Il patto, rinnovato ormai da molti anni, ha contribuito in maniera determinante alla stabilizzazione del prezzo delle polizze su tutto il territorio nazionale, consentendo a lavoratori di aree geografiche considerate a maggior rischio di beneficiare di condizioni omogenee a quelle del resto d'Italia.

leggi

 

Il DDL stabilità prevede un taglio dei compensi per 100 milioni all'anno, un terzo del totale. A rischio molti servizi, fra cui l'aiuto nella compilazione del modello ISEE. Una decisione che avrà effetti sui ceti più deboli.

leggi

La Conferenza di Organizzazione della CdL di Milano esprime la più ampia solidarietà al popolo greco che domenica affronterà, col referendum, un passaggio cruciale per il suo futuro.

Ciò che sta accadendo in Grecia riguarda tutti e richiede un sostgegno deciso del mondo del lavoro a livello europeo.

In campo ci sono due visioni contrapposte di Europa: la nostra Europa, solidale e dei lavoratori, costruita dal basso senza confini; l'Europa dei governi, del Fondo Monetario e della grandi banche, che nega la giustizia sociale e la partecipazione.

La scelta del governo greco di indire il referendum popolare è una sccelta di democrazia perchè consegna ai cittadini il potere di decidere del proprio futuro.

E' inaccettabile la campagna promossa dai poteri forti contro il popolo greco e le scelte del suo governo per contrastare i diktat che vorrebbero imporre non solo i tempi di rientro dal debito, ma persino capitoli di spesa che, non a caso, anzichè riguardare la tassazione dei grandi capitali, si concentrano su pensioni, contratti di lavoro e stato sociale.

Delegate e delegati della Camera del Lavoro si impegnano a partecipare alla mobilitazione di venerdì 3 luglio.

locandina

Sono riprese oggi a Roma le trattative per il rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro, dopo la convocazione da parte di Abi a seguito dello sciopero nazionale di categoria dello scorso 30 gennaio, che ha visto la convinta e compatta adesione dei colleghi e delle colleghe alla protesta e alle manifestazioni che si sono tenute in numerose città....

leggi tutto

"Sono trascorsi 70 anni da quel 27 gennaio del 1945, quando le truppe dell'Armata Rossa arrivarono ai cancelli del campo di concentramento tedesco di Auschwitz-Birkenau, ad ovest di Cracovia, nel sud della Polonia e liberarono migliaia di persone, sopravvissuti, malati e moribondi". Lo ricorda la Cgil in una nota. "In seguito ad una risoluzione ONU, proprio in questa data viene celebrata la 'Giornata della memoria', in ricordo della Shoah e di tutti coloro che persero la vita a causa della folle distruzione perpetuata dai nazisti in nome del razzismo".

Come ogni anno, la Cgil è impegnata a celebrare il 'Giorno della Memoria', con numerose iniziative sui territori, per mantenere sempre vivi valori fondamentali per il sindacato, quali la dignità degli individui e la solidarietà tra uomini e donne di diversa provenienza culturale. Non solo, il ricordo di quel 27 gennaio, deve essere anche un momento per riflettere sul valore e la dignità del lavoro che è alla base della costruzione di un progetto di libertà personale, collettivo e sociale. Collocandosi in un periodo di profonda crisi per il nostro Paese, la giornata assume un significato ancora più profondo e richiede a tutti un maggiore sforzo nel segno della solidarietà e della coesione.

Visitatori online

Abbiamo 19 visitatori e nessun utente online

Galleria

Manifestazione-251014-02.jpg